counseling clinico

IL COUNSELING IN AMBITO CLINICO

Il Counseling Clinico e' uno “spazio” a cui rivolgersi per problemi di tipo esistenziale che rendono difficile un rapporto armonico con se' stessi e con gli altri;  un modo per ritrovare equilibrio, energia verso cio' che ognuno sente importante per la propria vita e per la propria auto-realizzazione.

Per alcune delle problematiche sotto elencate, non sara' idoneo un trattamento di counseling trattandosi di percorsi che richiedono una esplorazione piu' profonda; gli operatori psicologi  e psicoterapeuti offriranno dei percorsi di terapia  e in tal caso non sara' consentita la modalita' a distanza.

 

  • Evoluzioni del ciclo di vita, ansia  e stress conseguenti:
  • eventi molto critici: crisi puberale, gravidanza, menopausa, andropausa;
  • eventi critici: scolarizzazione, inserimento nel mondo del lavoro, servizio di leva, matrimonio, pensionamento;
  • eventi stressanti: lutti, incidenti, rottura di legami affettivi;
vedi anche elenco eventi stressanti classificati in scala decrescente;

 
  • Cambiamento del luogo di vita, di lavoro, trasferimento in stati o ambienti culturali diversi o poco accettanti, percorso di carriera molto complicato;
     
  • Difficolta' nello studio e nella concentrazione, scarsa motivazione, scarsi risultati scolastici, diffiicile rapporto con il gruppo classe e con i compagni di studio;

  • Autostima  e senso di se' variabile, tendenza alla autosvalutazione o alla svalutazione di altre persone per sentirsi adeguati od importanti, scelta di partners che alimentano la bassa autostima, timore di fallire, di non raggiungere gli obiettivi;

  • Difficile gestione delle emozioni , esempi: per le donne difficolta' nella espressione della rabbia, per gli uomini nell'espressione di paura, vergogna, tristezza per stereotopi culturali e per  timori legati alla omofobia nel caso maschile;

  • Difficolta' nel  rapporto con il cibo: bulimia, anoressia, disordini alimentari, cibo come mezzo per distogliere l'attenzione da altri aspetti che provocano ansia, stress, paura, ecc. 
     
  • Situazioni traumatiche: incidenti d'auto, aerei, ferroviari, sportivi con conseguenze post traumatiche rilevanti fisiche od emotive, violenze subite dal partner, da familiari, da un borseggiatore, da un possibile stupratore,  tentativi di furto nella propria abitazione e senso di privacy e sicurezza personale violato, altri ecc.

  • Fobie, paure : timori nel trovarsi in spazi troppo aperti o troppo ristretti, timore ingiustificato dell'acqua, della altitudine, degli insetti, delle persone in un contesto sociale, paura invalidante della morte propria o altrui, altro;

  • Pensieri opprimenti o comportamenti ricorrenti non funzionali, bisogno di pulire in continuazione casa, di ripetere senza un senso preciso certi comportamenti od azioni, bisogno di riempire ogni istante con attivita' varie, ecc.  

  • Ansia e paura eccessive nell'affrontare situazioni nuove, come esami, assumersi nuove responsabilita', il primo lavoro,  affrontare situazioni non conosciute, ansia sociale,  ansia generalizzata, attacchi di panico,  ecc.

  • Difficolta' nelle relazioni : difficolta' con i colleghi di lavoro, con l’autorita', con gli amici, vergogna  nelle situazioni pubbliche, stili di attaccamento disfunzionali;

    Difficolta' affettive ed emotive : nelle separazioni, nella perdita di persone care, nel rapporto di coppia, familiare e nell’intimita', love addiction , scegli sempre partner che ti fanno soffrire;

  • dolore e sofferenza  disfunzionali non collegate ad una causa scatenante specifica; 
     
  • Eccessiva identificazione con le problematiche altrui o eccessiva empatia, tendenza a focalizzarsi su aspetti problematici di terze persone, evitando i propri;
     
  • Instabilita' dell'umore, sensazione di vuoto, paura della solitudine, depressione, dover riempire  eccessivamente la giornata con numerosi impegni, mancanza di stimoli, mancanza di fiducia in se', perdita di significato degli eventi, tristezza, rabbia cronica, ecc.

  • Situazioni di dipendenza: mancanza di autonomia personale, mancanza di assertivita', dipendenza da sostanze (droghe, farmaci, altro),  da sistemi tecnologici o informatici, dal gioco d’azzardo, dal sesso, da acquisti sfrenati , shopping, ecc.

  • Sessualita': problemi sessuali o difficolta' legate alla sessualita', a partire da disturbi del desiderio sessuale (ridotto o ipoattivo, fino ad arrivare ad una vera avversione sessuale), i disturbi connessi all’eccitazione sessuale (sia femminile che maschile con il disturbo dell’erezione o disfunzione erettile), disturbi dell’orgasmo (sia femminile che maschile con l'eiaculazione precoce), disturbi in cui si manifesta dolore sessuale (dispareunia e vaginismo);

  • Parafilie sono identificabili con frequenti e marcati impulsi, fantasie, o atteggiamenti sessuali che implicano l'uso di oggetti, attivita' o situazioni inusuali; causano imbarazzo, disagio sino ad arrivare ad una  compromissione significativa dell’area sociale, lavorativa, o di altre aree importanti del funzionamento della persona; le parafilie includono l’esibizionismo, il feticismo, la pedofilia, il masochismo sessuale, il sadismo sessuale, il feticismo di travestimento, il voyeurismo.

 

Google